giovedì , 5 Dicembre 2019
Home / Assemblaggio PC / Il PC dell’admin: Lorenzo

Il PC dell’admin: Lorenzo

Obiettivo: un pc dall’elevato rapporto qualità / prezzo, pochissimi Compromessi e multitasking.

Il mio desiderio è avere ottime prestazioni ad un prezzo contenuto, un PC che non mi impedisca di giocare e lavorare senza compromessi, e siccome anche l’occhio vuole la sua parte, una macchina esteticamente accattivante. Ci sono riuscito.

PROCESSORE:

Il processore da me scelto è l’Intel I5-6400 : un processore dalle prestazioni ottimali per la sua fascia di prezzo, la velocità di clock si attesta a 2,7 GHz ma con un leggero aumento del base clock la potenza levita e non poco. (Attenzione: l’overclock è disponibile solamente su determinate versioni dei bios delle schede madri)

Dissipatore:

Il raffreddamento della CPU è affidato ad un gigantesco Noctua NHU-9B, doppia FAN da 90 millimetri per un flusso eccezionale. Heatpipe in rame, alette in alluminio, fattura impeccabile e silenziosità fanno di questo dissipatore un Best-Buy.

Scheda madre:

La MoBo è una Z170 Gaming K4 della AsRock, ottima e completa sotto ogni punto di vista pur costando molto poco, sul BIOS UEFI, a mio parere AsRock lavora molto bene. Essa infatti permette di gestire clock, temperature, voltaggi e molto altro con pochissimi click. La scheda madre è provvista di alloggiamento SATA/M.2 per le nuove SSD NvMe.

RAM:

Le memorie centrali sono di marca Kingston, precisamente 16GB di HyperX DDR4, la frequenza ammonta a 2666MHz e, come tutte le RAM di alta fattura, sono provviste di dissipatore.

GPU:

La GPU è una “AMD R9 390 NITRO” marchiata Sapphire. Nonostante sia un rebrand della vecchia R9 290, permette di giocare a qualsiasi titolo senza compromessi in Full-HD. Fornita di 8GB GDDR5, infiniti per il Full-HD, di tre ventole da 80 millimetri ciascuna che riuscirete una sentire lievemente solo sotto benchmark distruttivi, tre DisplayPort ed un HDMI. La Sapphire ha dotato la propria R9 390 di backplate per rendere più duratura la scheda, il cui peso si attesta intorno al chilo.

Scheda di rete:

Ho scelto il marchio TP-Link per dotare il mio PC di connessione senza fili poiché la scheda madre non la integra. Il modello èTL-WDN4800“: tre antenne da 2dbi danno alla scheda un eccellente ricezione sulla lunga distanza ed una velocità eccezionale. Secondo me ne vale davvero la pena.

HDD e SSD:

Attualmente possiedo solo un Caviar Blue della Western Digital da 1 TB, preso perché il costo era il più basso tra tutti gli Hard Disks. Conto di munire il mio pc di SSD NvMe il più presto possibile per incrementare la velocità di lettura/scrittura della mia macchina.

Alimentatore, Case e Ventole:

Mi sono affidato un Corsair sia per l’alimentazione che per la protezione del pc. Per la PSU, la scelta è ricaduta su un “CX750M”: si tratta di un alimentatore da 750 Watt, semi-modulare a cui non manca la certificazione 80 Plus Bronze.

Il case è un Carbide Spec-01: dal mio punto di vista è il miglior case economico sul mercato. Il case era già stato munito di filtro per le ventole anteriori e del PSU. Non da sottovalutare il particolare di una ventola anteriore (ovviamente marchiata Corsair) in omaggio.

Le ventole da me aggiunte, sono quattro e sempre marchio Corsair, illuminate e da 120 millimetri di diametro, silenziose e potenti, create ad hoc per i flussi di aria.

Monitor, Tastiera e Mouse:

Acer G247HYLBIDX: 23.8 Pollici, Full-HD, IPS, un tempo di risposta di appena 4ms e pannello opaco fanno di questo monitor un’ottima scelta sia per il gioco che per il lavoro. Il prezzo è decisamente competitivo ed esteticamente è molto bello però il monitor ha un difetto: i materiali non sono dei migliori, nulla di preoccupante ma traballa per un po’ di secondi se colpito.

La tastiera è una “Trust GXT 280”, retroilluminata con 3 colori diversi (rosso, verde e giallo) e molto sensibile nonostante sia una tastiera a membrana, vale assolutamente il prezzo che costa. Anche qui c’è un po’ di carenza nei materiali.

Trust ha fatto davvero centro creando il mouse “Trust GXT 152“, a partire dal materiale, che pur essendo plastica rende un feeling tutt’altro che economico. Anch’esso retroilluminato e precisissimo, la sensibilità è variabile (da 600 a 2400 DPI) e con lei variano i colori: verde, blu e rosso.

Il prezzo attuale del PC è aumentato molto rispetto a quando l’ho acquistato, adesso ammonta a circa 1260 euro.

Secondo voi, come potrei migliorare il mio PC? Scrivetemi un bel commento per aiutarmi a scegliere la miglior SSD NvMe sul Mercato. Inoltre aggiornerò l’articolo verrà aggiornato in caso di sostituzione dei pezzi o di cambio configurazione.

 

About Lorenzo Caserta

Amante Spassionato di Computer e motori. Ho iniziato a giocare su Playstation 1 grazie a wrc arcade da lì ho amato le serie di Gran Turismo e F1. Ho trascorso moltissime ore giocando alle serie di Crash e Spyro, a simulatori stupendi come Assetto Corsa e Project Cars. Gioco Preferito: Gran Turismo 6.

Guarda pure

Pc Assemblato

Come assemblare un PC con 700€

Ecco qui una configurazione non molto costosa, ottima per il Full-HD a dettagli alti, una macchina non molto costosa che permetterà di giocare a qualsiasi gioco spensieratamente. Il Gaming PC è generalmente costoso, la via più utilizzata per risparmiare è il mercato dell'usato che però non sempre è sicuro. In questo articolo vedrai i pezzi necessari per assemblare un PC di fascia medio-alta senza spendere un capitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *